Deutsche Bank esce da Portogallo e Polonia, focus su Spagna e Italia

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Maggio 2018 | 12:50

Deutsche Bank cessa alcune attività

Si è parlato anche di Italia nell’odierna assemblea annuale degli azionisti di Deutsche Bank. In particolare nel corso del suo intervento il presidente del supervisory board, Paul Achleitner, ha ricordato che “abbiamo cessato singole attività commerciali come il commercio di materie prime e siamo usciti da 10 paesi”.

Via da Portogallo e Polonia, non da Italia

Di recente, ha precisato Achleitner, il Cda “ha deliberato di cedere le nostre attività bancarie private e commerciali in Portogallo e Polonia al fine di concentrarsi maggiormente su altri paesi come l’Italia e la Spagna”. Da parte sua il nuovo Ceo di Deutsche Bank, Christian Sewing, ha aggiunto: “vogliamo raffozare le nostre attività internaazionali di private e commercial banking”.

Focus su rete in Italia e Spagna

Dopo aver deciso di ritirarci dalla Polonia e dal Portogallo, ha continuato Sewing, Deutsche Bank si sta “concentrando sulla propria rete in Italia e Spagna. In entrambi i paesi siamo rilevanti ed eccellenti, ciò che ci rende una delle principali banche esterein entrambi i mercati. Insomma: se qualcuno poteva temere che l’incerto quadro politico italiano inducesse una maggiore prudenza da parte di banche e investitori esteri, per il momento deve ricredersi.

Per ora il titolo continua a perdere

Intanto sulla borsa di Francoforte il titolo Deutsche Bank continua a perdere quota ed a metà giornata cede il 3,28%, tornando sui 10,61 euro per azione dopo un’apertura a 10,97 euro. Negli ultimi 12 mesi il titolo aveva già perso, alla chiusura di ieri, il 37,17%, con una capitalizzazione scivolata sotto i 22,7 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Chi riempirà la nuova sede di Deutsche Bank a Londra?

Deutsche Bank, in arrivo aumento o acquisizione?

Deutsche Bank, cala il rating: revisione più profonda del previsto

NEWSLETTER
Iscriviti
X