Piazza Affari e i Btp si arrendono alla volatilità

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Maggio 2018 | 12:05

Mercati incerti in attesa di Cottarelli

Mercati molto volatili, complici i volumi resi sottili dall’assenza di ordini da Londra e New York, entrambe chiuse per festività, e dallo scenario politico italiano che resta incerto dopo il dissolversi dell’ipotesi di un governo giallo-verde e la chiamata al Quirinale di Carlo Cottarelli quale possibile nuovo premier incaricato.

Piazza Affarri inverte la rotta

Così dopo aver aperto in deciso rialzo il Ftse Mib a metà giornata perde l’1,08% a 22.160 punti contro un massimo di oltre 22.855 punti. Tra i principali titoli del listino italiano restano in rialzo solo Atlantia, Ferrari, Italgas, Moncler, Prysmian e UnipolSai, mentre Recordati e Unipol oscillano sui livelli di venerdì sera.

Banche tutte in calo, molte sospese

In calo tutti gli altri, con Banca Generali (-4,46%), Bper Banca (-5,71%), FinecoBank (-4,33%) e Unicredit (-2,47%) che finiscono sospese al ribasso per eccessivo scostamento di prezzi. Perdite pesanti, dopo un avvio in risalita, anche per Ubi Banca (-4,14%), Banco Bpm (-3,44%), Intesa Sanpaolo (-2,1%) e Saipem (-1,82%).

Sui Btp tornano gli ordini di vendita

Sul mercato obbligazionario scattano ugualmente ordini di vendita dopo un avvio di giornata positiva. Così il rendimento del Btp decennale guida torna a superare il 2,54%, mentre lo spread contro Bund tedeschi risale sopra il 2,12%, dopo un minimo rispettivamente sul 2,373% e sull’1,915%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Perché rimaniamo sul treno in corsa (dei mercati azionari)

La strada verso la ripresa sarà più accidentata del previsto

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X