Soros vede rischio nuova crisi epocale, propone ricetta per evitarla

A
A
A
di Luca Spoldi 29 Maggio 2018 | 15:43

Soros: rischiamo nuova grande crisi finanziaria

Un dollaro in recupero e fuoriuscite di capitali dai mercati emergenti potrebbero portare a un’altra crisi finanziaria mondiale, secondo l’investitore miliardario George Soros che ha messo in guardia l’Unione europea, alle prese a suo parere con un’imminente minaccia esistenziale.

Sono tanti i problemi sul tappeto

Soros tuttavia non fa riferimento alla crisi italiana, ma ad altri focolai di tensione come il ritiro degli Usa dall’accordo sulla non proliferazione nucleare siglato con l’Iran e altri paesi nel 2015 e il venir meno dell’alleanza transatlantica tra Europa e Stati Uniti, piuttosto che la crisi dei rifugiati e le politiche di repressione finanziaria che hanno favorito l’ascesa dei populisti al potere.

Contraccolpi negativi per l’economia europea

Tutti eventi che per Soros rischiano di produrre contraccolpi negativi per l’economia europea e causare altri danni collaterali, tra cui una svalutazione delle valute emergenti nei confronti del dollaro. “Potremmo essere in vista di una nuova grande crisi finanziaria” ha avvertito il finanziere parlando a un convegno a Parigi.

Occorre aiutare l’Africa e cambiare la Ue

Come rimedio ad una situazione sempre più fragile Soros è tornato a proporre un nuovo “piano Marshall” per l’Africa, che dovrebbe essere finanziato dall’Unione europea per allentare le pressioni migratorie, come pure una radicale trasformazione della Ue stessa. Basteranno questi rimedi e soprattutto riusciranno i governi europei a fare fronte comune e vararli in tempi rapidi?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etp, 21Shares lancia il primo prodotto al mondo sui rendimenti del dollaro

Forex: possibilità di recupero per l’Euro

Asset allocation: ecco perchè il Dollaro continuerà a crescere

NEWSLETTER
Iscriviti
X