Produzione industriale in rallentamento in Germania e nell’Eurozona

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Giugno 2018 | 12:55

Germania, frena produzione industriale

Cattive notizie per la Germania: ad aprile la produzione industriale della “locomotiva” d’Europa è calata dell’1%, contro attese di mercato per un incremento dello 0,3%. Causa dell’imprevisto stop pare essere stato il calo degli ordini già segnalato a inizio settimana e che fa prevedere un rallentamento della crescita nella prima economia dell’Eurozona.

Rallentamenti anche in Francia e Spagna

Anche in Francia e Spagna aprile ha portato numeri peggiori delle attese per quanto riguarda la produzione industriale: se Parigi ha dovuto registrare un calo dello 0,5%, peggiore di quanto si attendevano in media gli analisti (+0,3%) ma comunque limitato, Madrid ha sofferto maggiormente segnando un calo dell’1,8% (contro il -0,2% che il mercato si attendeva).

Bce potrebbe comunque interrompere il QE

Non è comunque certo che questi dati possano influenzare la Bce, che tornerà a riunirsi la prossima settimana e che potrebbe, al più tardi a luglio, annunciare un’ultima riduzione di acquisti di bond sul mercato nell’ambito del suo programma di quantitative easing prima della sua conclusione (secondo molti destinata ad avvenire a fine anno).

Commerzbank vede recuperi legati a calo euro

A parziale consolazione almeno degli investitori tedeschi, gli analisti di Commerzbank hanno segnalato che il proprio indicatore “Early Bird” (anticipatore, ndr) è risalito in maggio, riflettendo almeno in parte il recente indebolimento dell’euro, che fa bene a un’economia su cui pesano significativamente le esportazioni come quella tedesca (e in misura minore quella italiana, ndr).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, Commerzbank taglia oltre 4 mila posti

La nuova UniCredit dopo Fineco

Dossier Commerzbank, saluta anche Ing

NEWSLETTER
Iscriviti
X