Fiat Chrysler Automobiles può essere ghiotta occasione

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Luglio 2018 | 17:03

Fca può essere una buona occasione

Il titolo Fiat Chrysler Automobiles, oggi in calo del 2,29% appena sopra i 16,79 euro, può essere un’opportunità d’investimento? Ne sono convinti gli analisti di Fida che ricordano come dalla fusione ad oggi il gruppo Fca, guidato da Sergio Marchionne, sia diventato il settimo gruppo automobilistico al mondo, riuscendo a realizzare il suo obiettivo primario, l’azzeramento del debito. A questo punto, ragionano gli esperti, l’obiettivo principale resta il consolidamento del settore, altro punto cardine della giuda Marchionne.

Consolidamento settoriale resta l’obiettivo

Non a caso negli ultimi giorni il titolo ha registrato dei rialzi considerevoli a seguito delle indiscrezioni giornalistiche legate ad una possibile “Opa” da parte dei coreani di Hyundai. Restano tuttavia in sottofondo le preoccupazioni legate all’evoluzione delle politiche protezionistiche americane. Il titolo si trova in un trend crescente di lungo periodo iniziato dai minimi del 2009 ancora valido oggi. Dalla seconda metà del 2016 ha subito un’accelerazione che ha spinto le azioni della società sui massimi storici.

Titolo si muove lateralmente da inizio anno

Da inizio anno però il prezzo si trova in una fase laterale compresa tra i massimi posti in area 20,20 e i massimi di fine 2017 in area 15,60. All’interno di questo canale laterale, avvertono gli uomini di Fida, si sta configurando un doppio massimo, per il cui completamento bisogna attendere la rottura della linea del collo posta in area 15,58. La chiusura della figura d’inversione fornirebbe l’opportunità di attuare una strategia del tipo “sell down” (vendere in previsione di un ulteriore ribasso, ndr) con target l’area 11,14.

Due possibili strategie di trading

Viceversa, in caso di tenuta della neck line con relativo rimbalzo, si potrebbe attuare un’operatività di tipo “buy area” (acquistare in previsione che il prezzo raggiunge un’area di oscillazione più elevata,ndr) con primo obiettivo l’area 17,40 e come secondo l’area 18,40. Tra gli indicatori analizzati lo stocastico fornisce un segnale “long” essendo passato dall’area di ipercomprato a quella neutrale dopo aver incrociato la sua media.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fca incerta a Piazza Affari, novità per impianti italiani

Dieselgate: Berlino prova a lasciarsi alle spalle lo scandalo

Fiat Chrysler Automobiles: 5 miliardi per Magneti Marelli sono pochi

NEWSLETTER
Iscriviti
X