Banca Carige, investitori alla finestra in attesa di novità su governance e alleanze

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Luglio 2018 | 13:52

Banca Carige immobile in borsa

Calma piatta attorno al titolo Banca Carige, che in borsa rimane inchiodato a 0,86 centesimi di euro per azione (il 61% abbondante in meno rispetto a 12 mesi fa), cui corrisponde una capitalizzazione di mercato inferiore ai 467 milioni di euro, dopo che anche Vittorio Malacalza, primo azionista col 20,6% del capitale e attuale presidente ad interim dopo le dimissioni a sorpresa di Giuseppe Tesauro, ha annunciato di volersi dimettere dalla carica di consigliere, come già fatto oltre che da Tesauro dagli “indipendenti” Stefano Lunardi e Francesca Balzani.

C’è maretta attorno a Fiorentino

Tra i motivi della propria scelta Malacalza ha menzionato divergenze sorte con l’attuale amministratore delegato Paolo Fiorentino, pur sottolineando la volontà di continuare a sostenere la banca tra i cui azionisti di recente si è notata una certa tensione: il finanziere Raffaele Mincione, socio al 5,4%, ha chiesto nei giorni scorsi la convocazione dell’assemblea per settembre per revocare l’attuale Cda e contestualmente nominarne uno nuovo, aggiungendo poi di voler dare un contributo alla banca e di essere pronto a sostenere eventuali progetti di aggregazione.

Tutti i soci si dicono pronti a sostenere la banca

Aldo Spinelli, socio con poco meno dell’1%, ha invece fatto sapere di essere preoccupato ma di giudicare positivamente che Malacalza voglia andare avanti, augurandosi “che ci sia la pace, che si ricomponga il Cda per sostituire i consiglieri usciti e nominare Giuseppe Pericu come presidente, una persona molto equilibrata e molto a conoscenza della realtà imprenditoriale ligure”. Pericu, il cui nome era circolato negli scorsi giorni come papabile per la presidenza, non sembrerebbe tuttavia in lizza.

A inizio agosto si decide sul rinnovo del Cda

I prossimi passi dovrebbero vedere il Cda fissato per il prossimo 3 agosto (per l’approvazione della semestrale) deliberare in merito all’eventuale convocazione dell’assemblea in settembre, come chiesto da Mincione, richiesta che era arrivata oltre i termini necessari per integrare l’ordine del giorno del Cda tenutosi lo scorso 10 luglio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza e private banking, la svolta di Banca Carige (e Cesare Ponti)

Carige, il destino nei piccoli azionisti

Fitd riunisce oggi il board, esaminerà dossier Carige

NEWSLETTER
Iscriviti
X