Fincantieri in evidenza dopo semestrale positiva

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Luglio 2018 | 11:50

Piace la semestrale di Fincantieri

Fine luglio, per molti è tempo di mare e viaggi, anche per nave. Per Fincantieri, che le navi le costruisce, è tempo di semestrale e quella di quest’anno piace molto ad analisti e investitori, tanto che a Piazza Affari il titolo sfiora un ulteriore 3% di rialzo oscillando poco sotto gli 1,25 euro per azione, dopo che negli ultimi 12 mesi il titolo ha già guadagnato il 26,5%.

Crescita a due cifre per gli aggregati di bilancio

I ricavi di Fincantieri nei primi sei mesi dell’anno sono cresciuti del 10,1% annuo a 2.527 milioni di euro, grazie in particolare al buon andamento delle divisioni shipbuilding e offshore (in cui rientra la controllata estera Vard), ma anche della divisione sistemi, componenti e servizi (grazie alle commesse per la Marina Militare e per la Difesa del Qatar).

In portafoglio 6 anni di lavori assicurati

Gli ordini raggiungono il l livello record di 29,8 miliardi di euro di controvalore, di cui 22 miliardi di “backlog” (ordini fermi) e 7,8 miliardi di “soft backlog” (opzioni e lettere d’intenti), pari a circa 6 anni di lavoro se rapportati ai ricavi del 2017. Nel corso del semestre, i nuovi ordini raccolti sono stati pari a 2.388 milioni. L’Ebitda è cresciuto del 25,3% a 183 milioni con un margine salito al 7,3% (contro il 6,3% di un anno prima), l’Ebit ha toccato gli 88 milioni (+34,1%), con un margine del 4,7% (dal 3,8%) e l’utile di competenza dei soci ha raggiunto i 21 milioni (+61,5%), con un net margin passato dallo 0,5% allo 0,6%.

Cala indebitamento finanziario netto

Quanto agli aspetti patrimoniali, l’indebitamento finanziario netto è calato dai 314 milioni di fine dicembre a 264 milioni (i “construction loan”, crediti per la realizzazione delle commesse a cui sono riferiti, ammontano invece a 488 milioni, interamente relativi alla controllata Vard), a fronte di un patrimonio netto calato da 1.309 a 1.259 milioni in sei mesi. Il management ha infine confermato gli obiettivi per l’interno 2018, segnalando come coi nuovi ordini acquisiti nel corso di questo mese, il carico di lavoro complessivo ha superato i 32 miliardi grazie alla trasformazione in ordini della maggior parte del soft backlog.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ftse Mib in stand-by. Quattro big cap italiane sotto la lente

Fincantieri apre un secondo gap rialzista. I target tecnici da monitorare

Fincantieri esce al rialzo dal canale ribassista. I prossimi target tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X