Rallenta crescita prestiti, accelera quella dei depositi in giugno

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Agosto 2018 | 12:16

Rallenta crescita prestiti alle imprese

Crescono in giugno i prestiti, soprattutto alle famiglie italiane: secondo i dati comunicati da Banca d’Italia, infatti, i prestiti al settore privato corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti a giugno del 2,4% su base annua (in lieve rallentamento rispetto al +2,5% segnato in maggio). In particolare i prestiti alle famiglie sono aumentati del 2,8%, come nel mese precedente, mentre quelli alle società non finanziarie sono cresciuti dello 0,6% contro il +1,2% del mese di maggio.

Accelera la corsa dei depositi, calno le sofferenze

In parallelo continua la crescita dei depositi del settore privato, aumentati del 6,8% annuo, in accelerazione rispetto al +5,7% segnato a maggio. La raccolta obbligazionaria è diminuita del 19,0% (era calata del 17,6% il mese precedente). Le sofferenze sono diminuite del 26,1% annuo (-10% a maggio) a seguito di alcune operazioni di cartolarizzazione di elevato ammontare (per complessivi 32 miliardi di euro).

Tassi stabili per le famiglie, lieve aumento per le imprese

I tassi d’interesse sui prestiti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie, sono stati pari al 2,17% (erano al 2,18% il mese prima), quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo all’8,03%, mentre i tassi sui nuovi prestiti alle società non finanziarie sono risultati pari all’1,48 % (1,43% in maggio). In particolare sui nuovi prestiti di importo fino a 1 milione di euro i tassi sono stati pari all’1,93%, quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia all’1,12%. I tassi passivi sui depositi sono stati pari in media allo 0,40%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca d’Italia, nel 2020 aumentano gli esposti per truffe online

Milano Hub, parte la sfida fintech della Banca d’Italia

L’altolà di Banca d’Italia: possibili vincoli su mutui e prestiti

NEWSLETTER
Iscriviti
X