Oro: mega fusione tra Barrick Gold e Randgold Resources

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Settembre 2018 | 13:12

Barrick Gold si fonde con Randgold Resources

Anche per il settore aurifero le mega-fusioni tornano di moda: la canadese Barrick Gold ha annunciato di aver trovato l’accordo per rilevare la concorrente britannica Randgold Resources per 18,3 miliardi di dollari in azioni, così da dar vita al maggior produttore mondiale di oro per valore di borsa e per produzione annua.

Proprietari di 5 tra le miniere più redditizie al mondo

La “nuova” Barrick, che sarà quotata a New York e Toronto, sarà proprietaria di 5 delle 10 meno costose (e quindi più redditizie, ndr) miniere d’oro al mondo e avrà una capitalizzazione di 24 miliardi di dollari Usa, debito incluso.

Prima fusione da anni nel settore aurifero

Si tratta della maggiore operazione annunciata da anni in un settore, quello dell’estrazione aurifera, dove le società sono rimaste a lungo sotto i riflettori a causa di una cattiva gestione del capitale, dovendosi così concentrare sui costi e allo stesso tempo smorzando l’entusiasmo per le acquisizioni.

Ai vertici Bristow e Thornton

Nella “nuova” Barrick, Mark Bristow (attuale numero uno di Randgold Resources) sarà nominato Ceo, mentre John Thornton (presidente di Barrick Gold) sarà il presidente esecutivo. L’operazione valuta Randgold 4,58 miliardi di sterline al prezzo di 48,5 sterline per azione secondo dati Thomson Reuters, in linea con la capitalizzazione di mercato del gruppo venerdì sera alla borsa di Londra.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Barrick Gold si riprende

NEWSLETTER
Iscriviti
X