Banco Bpm continua la sua rimonta a Piazza Affari

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Ottobre 2018 | 11:08

Banco Bpm prosegue recupero

Banco Bpm ancora in rialzo dopo il deciso rimbalzo di ieri (nel corso della seduta il titolo è stato anche sospeso al rialzo) in scia alla promozione di Berenberg. Secondo gli analisti tedschi, che hanno portato la raccomandazione sul titolo del gruppo bancario guidato da Giuseppe Castagna a “hold” (tenere in portafoglio) dal precedente “sell” (vendere), il titolo è conveniente a questi prezzi, perché sconta un’incertezza sul capitale che una volta portata a termine l’azione di derisking verrà meno, eliminando la “cappa” che finora ha penalizzato le quotazioni.

Aiutano giudizio Berenberg e aggiornamento Def

A sostegno di Banco Bpm è anche il calo dello spread tra Btp e Bund decennali che oggi viene indicato al 2,826% dal 2,83% della chiusura di ieri e soprattutto dal 3,012% toccato martedì dopo la sostanziale bocciatura da parte dell’Eurogruppo della prima bozza della nota di aggiornamento del Def proposta dal governo italiano, bocciatura che ha portato ad una ridefinizione del target di deficit/Pil che non dovrebbe essere più pari al 2,4% per tutto il triennio 2019-2021 ma decrescente e pari al 2,4%, 2,2% e 2,0% nei singoli anni.

Piazza Affari meglio delle altre borse europee

Ridefinizione che si spera smussi lo scontro con Bruxelles e che per ora rasserena i mercati. A metà giornata il titolo Banco Bpm guadagna così un ulteriore 1,62% tornando sui 2,0355 euro per azione quando sono passati di mano già oltre 5,5 milioni di pezzi. Allo stesso tempo l’indice Ftse Mib segna un leggero calo (-0,29%), comunque inferiore a quelli segnati da Francoforte (-0,39%), Parigi (-0,79%) e Londra (-0,84%). L’euro da parte sua recupera terreno sul dollaro portandosi in area 1,149.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banco Bpm vi presenta il Social Bond

Banco Bpm promossa in sostenibilità

Banche, il risiko italiano sotto la lente di Equita

NEWSLETTER
Iscriviti
X