Milano riparte, Mps no

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Dicembre 2014 | 10:59

Le dichiarazioni di Alessandro Profumo circa l'aumento di capitale da completare entro luglio, la ricerca di un partner e il peso delle sofferenze sui conti 2015 appesantiscono Mps, nonostante il rialzo di Milano

TENARIS SALE ANCORA, CADE MPS – Milano riparte, con l’indice Ftse Mib che a metà mattinata oscilla a +0,62%, mentre il Ftse Italia All-Share è indicato a +0,59% e il Ftse Italia Star guadagna lo 0,42%. Tra le blue chip italiane si mettono in luce Tenaris (+3,17% sugli ulteriori segnali di recupero del petrolio) e Moncler (+3,15%), mentre Mps perde il 6% abbondante a 46,77 centesimi per azione con oltre 68 milioni di pezzi passati di mano, dopo che il presidente Alessandro Profumo ha dichiarato alla stampa tedesca che la banca cerca un partner e che l’aumento da 2,1 miliardi sarà concluso entro il prossimo luglio, nonché che le sofferenze su credito peseranno ancora molto nel 2015 a causa dell’esposizione alle Pmi italiane, in questo momento le più colpite dalla crisi. Debole anche Finmeccanica che cede il 2%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

Scudetto a rischio e coppe incerte: la Juve sale, frena la Lazio in borsa

La Serie A ripartirà il 20 giugno per evitare il crack

NEWSLETTER
Iscriviti
X