Investimenti, come va il mercato immobiliare degli affitti

A
A
A
di Redazione 27 Dicembre 2021 | 14:31

La fine dell’anno si avvicina e chi è interessato alla casa è probabile che si domandi: “Come va il mercato immobiliare?”. In questa occasione, analizziamo in particolare gli affitti, partendo da qualche dato che ha caratterizzato il 2021 e terminando con qualche consiglio.

Con l’aiuto di Isabella Tulipano, dell’ufficio stampa di SoloAffitti, idealista/news ha dato uno sguardo al mercato immobiliare degli affitti del 2021. Ecco quanto è emerso.

Che anno è stato il 2021 per gli affitti?

“Il 2021 è stato l’anno della ripresa anche per le locazioni, segnali positivi si sono registrati soprattutto lato canoni che, dopo anni di frenata, tornano a salire mediamente del 2,6% con differenze notevoli tra le varie città analizzate. I canoni sono uno dei segnali positivi che registriamo, insieme alla ripresa del mercato degli studenti universitari fuori sede e, in generale, al fatto che nel post pandemia l’abitazione sia sempre più al centro dell’attenzione degli italiani, pronti a trasferirsi per cercare soluzioni abitative più comode e confortevoli”.

Quali sono state le realtà più vivaci e quali meno?

“Proprio in risposta a questa esigenza di benessere e confort i mercati delle città meno popolose reagiscono meglio rispetto alle grandi metropoli: i canoni dei capoluoghi medi e piccoli sono cresciuti mediamente del 4,6% in confronto al 2020, mentre nelle città metropolitane dell’1,6%. Una ricerca di soluzioni abitative che garantiscono un maggior benessere nel caso di ulteriore lockdown ha portato la provincia meno affollata ad essere preferita ai grandi centri, dove alla comodità di essere nel cuore della città venivano sacrificati spazi e qualità”.

Quale fascia della popolazione si è mostrata più interessata all’affitto?

“Tornano a vivacizzare il mercato i trasfertisti: dagli studenti universitari fuori sede ai lavoratori. Sicuramente il mercato degli affitti rimane prevalentemente un mercato transitorio, ma continua la lenta trasformazione culturale per cui l’affitto viene scelto come soluzione economica e strategica che meglio si adatta ad un nuovo stile di vita e di lavoro più mobile e dinamico”.

In conclusione, un consiglio per chi nel 2022 vuole prendere casa in affitto e per chi invece la vuole dare in affitto?

“Partiamo dal consiglio per i proprietari/investitori immobiliari: il rendimento da locazione registra una buona crescita, fino all’8%. Non parliamo di cifre da capogiro, ma si tratta di un’entrata che, se tutelata nella maniera giusta, rappresenta un guadagno fisso, su cui fare affidamento. Il consiglio è quello di affidarsi ad un consulente specializzato che possa ascoltare le esigenze e trovare la migliore soluzione per la specifica richiesta. Per chi cerca casa, invece, il primo consiglio è quello di muoversi con largo anticipo, purtroppo non ci sono molti immobili disponibili, e il secondo consiglio, altrettanto importante, è di non affidarsi al primo che capita proprio per disperazione, ma farsi certificare come un inquilino solvibile. Questo tipo di inquilino troverà sempre una buona soluzione abitativa”.

A cura di Idealista

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: focus sul Giappone

Cresce la fiducia sui Paesi Emergenti

Rallentamento cinese: non tutti i mali vengono per nuocere

NEWSLETTER
Iscriviti
X