Asset allocation: cresce l’interesse per i titoli “B.E.A.C.H.”

A
A
A
di Redazione ITForum 14 Giugno 2022 | 14:01

“Con l’estate alle porte, cresce l’interesse per i titoli B.E.A.C.H., acronimo di Booking, Entertainment, Airlines, Cruise & casinos, Hotels & restaurants“. A farlo notare è Damien Weyermann, Lead Portfolio Manager del fondo Decalia Dividend Growth di Decalia, che di seguito spiega nel dettaglio la view.

In effetti, la fine dei lockdown in gran parte del mondo (Cina esclusa) sta determinando un’impennata delle spese per le attività del tempo libero. La domanda è tale che molte aziende dei settori legati all’intrattenimento stanno facendo di tutto per far crescere la loro forza lavoro, al di là di dover affrontare gli alti costi dell’energia. Un contesto che potrebbe rivelarsi un’opportunità di investimento ma che, al tempo stesso, richiede una buona dose di selettività.

La stagione degli utili del primo trimestre ha confermato la voglia di viaggiare accumulata negli ultimi anni, almeno dal lato dei consumatori. Delta Air Lines ha registrato un ritorno alla redditività prima del previsto, con ricavi inferiori rispetto al 2019 di solo il 25%. Molte agenzie di viaggio e hotel hanno battuto le stime del consensus, come per esempio Airbnb. Nel segmento delle crociere, Carnival (la più grande compagnia e proxy del settore) ha fatto sapere che, nel mese di marzo, ha registrato prenotazioni per il 70% della capienza, rispetto al 54% dei tre mesi precedenti. Altri dati positivi sono rappresentati dal numero di visite ai siti internet di viaggi, che ora si avvicinano (in alcuni casi addirittura superano) i numeri precedenti la pandemia. E, negli Stati Uniti, i ricavi per camera d’albergo nell’ultima settimana di marzo sono aumentati del 43% rispetto all’anno precedente, con un miglioramento delle presenze turistiche dell’11%: molto meglio di quanto previsto.

Anche se non altrettanto vivaci, anche i viaggi d’affari stanno mostrando segnali di ripresa, trainati dal settore finanziario e, più recentemente, da quelli informatico e farmaceutico. British Airways stima che i viaggiatori professionali siano tornati al 65-70% dei flussi registrati nel 2019. Il problema per la compagnia aerea britannica, come del resto per quelle statunitensi, sta nella capacità di tornare ad assumere un numero sufficiente di lavoratori, dopo aver eliminato quasi 10.000 posti di lavoro a causa del Covid. I piloti sono diventati una merce rara! Infatti, per mancanza di personale, British Airways è stata costretta a cancellare il 10% dei voli programmati per il periodo marzo-ottobre.

Statistiche sul traffico dell’aeroporto Londra Heathrow

Ma gli investitori non sono ancora convinti

I prezzi delle azioni dei settori che sono riassunti dall’acronimo B.E.A.C.H. hanno recuperato solo in parte le perdite accumulate nei lunghi mesi del Covid. In alcuni casi, poi, la cautela del mercato ha a che fare con questioni finanziarie. Le compagnie di crociera, ad esempio, hanno dovuto raccogliere parecchio capitale (debito e equity) durante la pandemia per rimanere a galla. Maggiore è la diluizione degli investitori, minore è la ripresa del titolo. Royal Caribbean ha registrato la performance migliore. Più in generale, tuttavia, le preoccupazioni degli investitori sono legate a rischi macroeconomici: aumento dei costi di produzione e un potenziale rallentamento dell’economia.

Dal punto di vista dei costi, in parole povere, si tratta di un contesto dove all’aumento della domanda si incontra un’offerta limitata. I fornitori di viaggi e tempo libero stanno sperimentando ciò che i mercati dei beni hanno subito alla riapertura delle economie, con l’aumento dei prezzi del carburante che non fa che aggravare la situazione. In un simile contesto, essere selettivi è fondamentale, ancora più che nel rimbalzo di estate 2020. Alberghi e ristoranti, Compass e Starbucks in particolare, sono probabilmente una scommessa più sicura di quella fatta sulle compagnie aeree. In quest’ultimo settore, infatti, sarebbe saggio preferire una società di dati e transazioni come Amadeus IT, la società di gestione per la distribuzione e la vendita di servizi di viaggio, agli operatori tradizionali. A seguire, nel mondo dell’intrattenimento, meno influenzato dal costo del carburante, perché non prendere in considerazione Live Nation, il leader mondiale degli eventi dal vivo?

Quanto all’andamento dell’economia, non mancano le ombre sulle prospettive a lungo termine di molti settori ciclici, soprattutto nel caso in cui l’inflazione e l’aumento dei tassi d’interesse dovessero incidere troppo sul potere d’acquisto dei consumatori. In autunno, insomma, la corsa potrebbe essere accidentata… Ma per il momento, gli investitori che si sono diretti verso i titoli dell’universo B.E.A.C.H. possono dormire sonni tranquilli.

Andamento del gioco nei casino USA (Ricavi marzo milioni di dollari)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X