Investimenti: massima attenzione alla curva dei rendimenti

Il dato sull’ISM manifatturiero uscito ieri in USA non ha aiutato il buon umore: con un consuntivo a 46 il barometro dell’attivitrà manifatturiera americana si attesta ai minimi da un triennio capitalizzando una serie di otto mesi consecutivi in contrazione (ovvero con indice sotto quota 50) che è la più lunga dal periodo 2008-2009.

La perdurante evidenza di un rallentamento economico in Usa associata alla ostinata ossessione delle Banche Centrali per la lotta all’inflazione, a ogni costo e ad ogni prezzo, continua a mostrare un panorama recessivo all’orizzonte tanto che il differenziale tra biennali e decennali americani si è portato sopra il punto percentuale (111 bps con il biennale ormai a ridosso del 5%), una inversione nella curva dei rendimenti la cui portata non ha precedenti dopo gli anni ’80 e che, almeno dagli anni ’60, non ha mai mancato di essere segnale inequivocabile di una recessione imminente.

A cura di Michael Palatiello, ad e strategist di Wings Partners Sim

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!