Asset allocation, bond corporate in euro: ecco perchè restare ottimisti

Dopo un buon inizio anno le obbligazioni investment grade (IG) in euro hanno vissuto un periodo di volatilità. A causare questo sentiment negativo sono state le turbolenze nel settore bancario scatenate dal crollo e dal successivo salvataggio di Silicon Valley Bank (SVB) negli Stati Uniti e di Credit Suisse in Europa. Gli spread obbligazionari, in risposta, hanno registrato un marcato ampliamento. A preoccupare gli investitori sono stati anche l’impatto dell’aumento dei tassi, l’inflazione e la debolezza delle prospettive economiche.

“Nonostante questi fattori, confermiamo un orientamento generalmente positivo sulle obbligazioni investment grade in euro”, afferma Felix Freund, Head of European Credit di abrdn, che di seguito spiega le ragioni.

Inflazione in una traiettoria discendente

Innanzitutto, esaminiamo la situazione dell’economia. La lotta all’inflazione rimane la priorità della BCE. Il tasso primario è leggermente salito passando dal 6,9% di marzo al 7% di aprile. Eppure, il quadro generale è quello di un’inflazione ancora in una traiettoria discendente dopo un picco, a ottobre, del 10,6%; entro fine anno, secondo le nostre previsioni, dovrebbe scendere ulteriormente. Per questo riteniamo che i tassi della BCE siano prossimi al proprio valore massimo, con probabilmente solo uno o due altri rialzi nel corso di quest’anno.

Le ricadute della crisi nel settore bancario sono state limitate?

C’è poi il settore bancario. Dopo il crollo di SVB e Credit Suisse le banche commerciali hanno irrigidito i propri criteri per l’erogazione dei prestiti. Ciò rispecchia sia l’incremento dei tassi d’interesse che i timori sui crediti deteriorati a fronte di un contesto economico complicato.

Nonostante questi fattori, a nostro avviso, il settore bancario europeo rimane relativamente in salute. I bilanci sono solidi, mentre i management conservano un approccio favorevole agli obbligazionisti. I proventi da commissioni rimangono robusti grazie a ottimi ricavi dipendenti dall’andamento del mercato. Molti istituti di credito hanno inoltre spinto al rialzo i propri profitti attingendo alle riserve. Il recente sell-off, pertanto, ha rappresentato un’opportunità per acquistare determinati titoli in un’ottica selettiva.

Valutazioni e rendimenti

Le valutazioni del credito investment grade in euro rimangono attraenti, mentre i rendimenti all-in dell’indice restano al di sopra del 4%, grazie a rendimenti dei bund tedeschi nettamente più elevati e a spread creditizi superiori alle proprie medie di lungo periodo (anche se stiamo osservando un lieve allentamento da parte di questi ultimi). Mettendo le valutazioni in prospettiva, solamente ad agosto del 2021 il rendimento all-in dei titoli investment grade societari in euro era inferiore allo 0,2%, mentre oggi è vicino al suo massimo decennale.

Costi di copertura in euro favorevoli

Un ulteriore elemento da sottolineare, soprattutto per gli investitori statunitensi e per chi investe in dollari USA, è il consistente calo del costo delle coperture in euro. Con una netta inversione rispetto alle medie degli ultimi anni, al momento il mercato offre un rendimento con copertura valutaria superiore (di circa 100 pb) a quello delle obbligazioni societarie invetiment grade in dollari USA.

Considerazioni finali

Gli ultimi mesi sono stati complicati. Rimaniamo tuttavia positivi sulle prospettive del credito investment grade in euro. L’inflazione, benché ancora elevata, è in una traiettoria discendente e nei mesi a venire, secondo le nostre previsioni, scenderà ulteriormente. La BCE, dunque, è probabilmente vicina alla fine del proprio ciclo di rialzo dei tassi. Allo stesso tempo le ricadute della recente turbolenza nel settore bancario sono state limitate. Il quadro delle valutazioni è poi incoraggiante, con rendimenti all-in superiori al 4%. Crediamo che tali condizioni rendano questo un periodo ideale per incrementare selettivamente la propria esposizione al credito europeo con rating elevato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!