Asset allocation: ecco come reagire all’incertezza della recessione

I mercati globali in generale hanno visto un inizio fortemente positivo nel 2023 e in particolare gli Stati Uniti (soprattutto nei titoli a grande capitalizzazione esposti alla crescita e all’intelligenza artificiale) e il Giappone (soprattutto nei conglomerati commerciali industriali a grande capitalizzazione che hanno suscitato il noto ottimismo degli investitori) hanno continuato a salire nel secondo trimestre. Nel corso dell’anno non si sono registrati cambiamenti significativi e sostanziali nel contesto macro.

Stiamo aspettando l’imminente e più attesa recessione di tutti i tempi. Le banche centrali globali continuano a inasprire le misure, riducendo la liquidità e aumentando i tassi (nonostante la pausa di giugno della Fed e della Banca del Giappone), il rischio di contagio derivante dallo stress delle banche regionali statunitensi ed europee (anche se ora più attenuato) continua a preoccupare, l’inflazione continua a essere ostinatamente elevata (anche se in rallentamento grazie al raffreddamento dei mercati energetici) e i dati economici cinesi appaiono deboli, con uno scarso sostegno fiscale di un certo peso”. Ad affermarlo è Zak Smerczak, analista e gestore del fondo Comgest Growth Global di Comgest, che di seguito spiega nei particolari la view.

Tra i titoli più interessanti figurano Eli Lilly, Microsoft e ASML. Eli Lilly, leader in diverse terapie, in particolare nel campo del diabete e dell’obesità, ha registrato ottimi risultati trimestrali, con una crescita entusiasmante e fondamentale che si è concretizzata nella sua linea di prodotti per il diabete, dove Trulicity e Mounjaro (che insieme rappresentano il 37% delle vendite) sono cresciuti di ben il 59% su base annua. Una volta che Mounjaro sarà approvato per la perdita di peso nel corso di quest’anno, lo slancio della crescita dovrebbe continuare. Microsoft continua a beneficiare della crescita della sua piattaforma cloud (Azure) che, pur avendo registrato un rallentamento rispetto al settore in generale, ha beneficiato in particolare dei servizi di intelligenza artificiale.

Le sinergie di cross-sell e revenue e le implicazioni dell’utilizzo dell’IA sono un potente motore per ulteriori aumenti di prezzo. ASML, il produttore monopolista de facto di macchine per litografia EUV per l’industria dei semiconduttori, ha registrato solidi risultati nel primo trimestre, con una crescita del fatturato pari a un incredibile 90% su base annua. L’azienda ha mantenuto la sua guidance di crescita delle vendite del 25% per l’intero anno 2023.

Sebbene l’incertezza permanga, confidiamo nel profilo di crescita e di qualità di società con bilanci solidi, redditività e aspettative di crescita a due cifre sul lungo periodo, ovvero una performance assoluta e corretta per il rischio favorevole, con livelli di volatilità pari o inferiori a quelli del mercato nel lungo periodo, nella maggior parte delle condizioni di mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!