Asset digitali sempre più cruciali per diversicare i portafogli

Una nuova ricerca globale condotta da Nickel Digital Asset Management, gestore di hedge fund di asset digitali regolamentati con sede a Londra, rivela una crescente accettazione da parte degli investitori, sia istituzionali sia retail, degli asset digitali.

Quasi nove su dieci (87%) degli investitori istituzionali e dei gestori patrimoniali intervistati ritengono che gli asset digitali abbiano un ruolo importante da svolgere nei portafogli di investimento diversificati, secondo la ricerca, mentre la metà (50%) afferma che gli asset digitali dovrebbero rappresentare una porzione moderata dei portafogli.

Da uno studio, condotto su investitori istituzionali e gestori patrimoniali negli Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Svizzera, Singapore, Brasile ed Emirati Arabi Uniti che gestiscono collettivamente circa 816 miliardi di dollari in asset, è emerso che il 23% ritiene che gli asset digitali dovrebbero rappresentano solo una piccola parte dei portafogli, mentre il 16% afferma che dovrebbero costituirne una parte significativa.

Circa il 10% degli intervistati ha affermato che gli asset digitali dovrebbero essere inclusi solo in portafogli di investimento diversificati per strategie di investimento specifiche.

L’accettazione del ruolo degli asset digitali nei portafogli di investimento diversificati mostra come stanno cambiando le opinioni degli investitori istituzionali e dei gestori patrimoniali e ciò si riflette nelle previsioni del lancio di nuovi fondi di asset digitali.

Quasi due intervistati su tre (63%) prevedono un aumento del numero di nuovi fondi incentrati su asset digitali e criptovalute nei prossimi 12 mesi, mentre il 24% prevede un aumento drammatico. Solo il 6% prevede una leggera diminuzione del numero di fondi nei prossimi 12 mesi.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!