Royal Bank of Scotland paga una multa da 1,1 miliardi di dollari

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Settembre 2016 | 11:15

RBS TRANSA CON NCUA – Royal Bank of Scotland Group ha accettato di pagare 1,1 miliardi di dollari per chiudere un’inchiesta della National Credit Union Administration (Ncua) legata alla vendita fraudolenta di titoli legati a mutui subprime prima dello scoppio della crisi del 2008 a risparmiatori statunitensi.

PROSEGUONO ALTRE CAUSE APERTE NEGLI USA – Una nota del gruppo scozzese spiega che la cifra servirà chiudere le cause civili avviate nel 2011 in California e in Kansas e che è già “sostanzialmente coperto dalle riserve esistenti” e non dovrebbe pertanto avere alcun “impatto materiale” sul bilancio. Royal Bank of Scotland non ha dovuto ammettere alcuna colpevolezza in questo o precedenti accordi, ma prosegue il confronto con il Dipartimento di Giustizia e la Federal Housing Finance Agency per vicende analoghe e dovrà dunque accumulare ulteriori riserve.

NCUA: ABBIAMO GIA’ RECUPERATO 4 MILIARDI DI DOLLARI – Da parte sua la Ncua ha fatto sapere di aver già recuperato 4 miliardi di dollari attraverso accordi simili e che continuerà a perseguire la missione di proteggere il sistema delle unioni di credito statunitensi e a favorire il recupero di fondi persi durante la crisi finanziaria.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti