Blackburn, cresce il debito fino a 79,8 milioni

A
A
A
di Redazione 9 Gennaio 2015 | 10:01

Il club da qui a giugno, non potrà rinforzare la rosa attraverso il mercato dei trasferimenti.

Il club inglese Balckburn Rovers sta vivendo un momento travagliatissimo della sua storia, tanto che i debiti hanno toccato quota 79,8 milioni di sterline: una notizia che ha fatto da eco al divieto imposto recentemente dalla Uefa alla società che, da qui a giugno, non potrà rinforzare la rosa attraverso il mercato dei trasferimenti.

DIVIETO DI MERCATO – Le regole in materia finanziaria della Football League Association sono, infatti, chiare: in base alle norme vigenti infatti, i club sono autorizzati a perdere operativamente un massimo di 6 milioni di sterline (3 milioni di perdite più 3 milioni di sterline legate ad investimenti dei soci, per la stagione in corso), tuttavia i Rovers hanno abbondantemente superato la cifra, registrando perdite per ben 42,1 milioni.

FATTURATO IN CRESCITA – Per la stagione 2015-16, le perdite di un club di Championship non può superare i 5 milioni di sterline, con un massimo di 3 milioni di sterline finanziato dagli azionisti del club. Ma c’è una buona notizia per la società del Lancashire: il fatturato è passato da 26,9 milioni di sterline a 30,4 milioni mentre il costo del personale (salari di giocatori e staff tecnico) è diminuito di circa 2,1 milioni, da 36,6 a 34,5 milioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X