Il Tottenham punta al nuovo stadio

A
A
A
di Redazione 23 Ottobre 2014 | 14:15

L’obiettivo è seguire l’esempio delle altre grandi big della Premier League

Uno dei club con più tradizione nel calcio britannico, il Tottenham Hotspur, scrive Calcioefinanza.it, ha cominciato a fare passi da gigante per la costruzione di un nuovo stadio, sulla falsariga di quanto è successo ad altre due grandi della Premier League come Arsenal e Manchester City, “emigrati” in due degli stadi più moderni e avveniristici d’Europa, l’Emirates e l’Ethiad Stadium.

VECCHIO STADIO STRETTO – Due impianti, quelli dei Gunners e dei Citizens, nuovi di zecca che, oltre ad aver fatto schizzare i ricavi ai botteghini, hanno suggellato il sentimento d’appartenenza tra squadra e tifosi, grazie alla “vivibilità” della struttura e alle attività proposte al suo interno. Lo stesso vorrebbero fare i dirigenti degli Spurs: il vecchio White Hart Lane infatti, con una capacità da 36.000 unità, sta stretto ai profitti a cui aspira la società, vista anche la lunga lista d’attesa legata alle richieste d’abbonamento, che toccano quota 47.000.

IL PROGETTO – L’idea di base sarebbe quella di abbandonare il vecchio impianto dal 2017 ma, per avere pronto il nuovo stadio per la stagione 2017/2018 senza la necessità dell’anno di transizione, il club britannico ha dunque cominciato a lavorare facendo i primi passi nel consolidamento di un progetto che si presenta piuttosto complicato. Una questione tutt’altro che facile da sbloccare, come sottolinea Marketing Deportivo, a causa di una spinosa problematica legale che vedrebbe coinvolta l’area adibita al progetto.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X