Lo scouting ha fruttato al Porto 486 milioni in dieci anni

A
A
A
di Alessandro Rossi 3 Ottobre 2014 | 07:53

Gli osservatori della società portoghese sono bravissimi a individuare i talenti. Che poi vengono valorizzati e ceduti

Quando il talent scouting produce risultati eclatanti. È il caso del Porto, passato alla ribalta internazionale nel terzo Millennio per i successi di José Mourinho e André Villas Boas. Il risultato del talent scouting ha portato alle cessioni milionarie di James Rodrigues questa estate e nelle precedenti stagioni di Radamel Falcao e Hulk, che hanno rappresentato le tre maggiori cessioni della storia del club.

CESSIONI D’ORO – Il brasiliano Hulk è stato ceduto allo Zenit di San Pietroburgo per 55 milioni di euro, dopo essere stato acquistato in Giappone a 19 milioni di euro. Il colombiano Radamel Falcao è stato ceduto all’Atletico Madrid per 47 milioni di euro sempre nel 2012 dopo essere stato acquistato dal River Plate per 5,4 milioni di euro. La cessione del 2013 di James Rodriguez al Monaco ha fruttato alle casse del club 45 milioni di euro dopo essere stato acquistato dal Banfield per 7,4 milioni di euro. Dal 2003 al 2013, il Porto ha incassato complessivamente 486 milioni di euro dalle cessioni e ha vinto 10 titoli, tra cui una Champions League nel 2003

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X