Natale 2013: il 40% degli italiani resterà a casa, il 72% spenderà meno di mille euro

A
A
A
di Ettore Mieli 13 Dicembre 2013 | 09:01

Secondo l'indagine del Centro studi del Touring Club chi parte preferisce restare entro i confini nazionali. Solo il 25% sceglie l'estero

NIENTE VACANZE DI NATALE – Anche questo Natale sarà segnato dalla crisi. Secondo i risultati di un'indagine del Centro studi del Touring Club italiano, il 40% degli italiani non andrà in vacanza. Nel nostro Paese le mete preferite dal 75% di chi parte, con le destinazioni che si concentrano prevalentemente fra Trentino, Lombardia e Veneto. Il restante 25% andrà all'estero, soprattutto in Francia (17%) e Spagna (11%). Il 72% di chi parte spenderà meno di mille euro e uno su tre meno di 500 euro.

BUDGET LIMITATO – Per l'inverno 2013 la componente economica è molto rilevante nella scelta della destinazione e della tipologia di soggiorno. Vista la situazione di instabilità, un italiano su tre destinerà non più di 500 euro alle ferie e il 72% non più di 1.000 euro. In pochi (14%) supereranno i 1.500 euro. In confronto al budget a disposizione nel 2012, inoltre, per quest'anno il 64% dichiara di investire la stessa somma di denaro, il 21% riferisce una diminuzione e solo il 15% sostiene che sia aumentato.

L’ORGANIZZAZIONE SUL WEB – Da segnalare l’uso sempre più in crescita del web per pianificare il viaggio. Sempre secondo la ricerca del Touring il 34% organizza l vacanze su internet: nello specifico il 23% visita il portale della destinazione e l'11% consulta siti con contenuti realizzati da altri utenti. A sorpresa, i social network registrano utilizzi molto bassi (1%). Il 16% consulta riviste o guide turistiche per orientarsi nella scelta e il 13%, infine, segue consigli di amici e parenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Quanto costa in media quest’anno una vacanza di dieci giorni

Covid, gli italiani questa estate hanno risparmiato 1700 euro

Austria resta off limits per chi proviene dall’Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X