Il prezzo degli ebook negli ultimi tre anni è diminuito più dei libri di carta

A
A
A
di Redazione 2 Dicembre 2013 | 10:52

Sono i primi dati che saranno presentati nel focus "Il pricing è giusto? Prezzi digitali, istruzioni per l’uso", a cura dell’Associazione Italiana Editori (Aie)

LA CONVENIENZA SI FA DIGITALE – L’era digitale sta avanzando anche nell’editoria. Ed è lì che si può risparmiare sulla spesa dei libri. Secondo i primi dati che saranno presentati nel focus Il pricing è giusto? Prezzi digitali, istruzioni per l’uso, a cura dell’Associazione Italiana Editori (Aie), in collaborazione con Simon Kucher & Partners e IE-Informazioni editoriali, il prezzo degli ebook negli ultimi tre anni è diminuito più dei libri di carta.

IL CONFRONTO – Nel 2010, il prezzo medio di copertina (alla produzione e senza lo scolastico) dei libri pubblicati dalle case editrici italiane era di 21,81 euro, nel 2012 è sceso a 20,09 euro (-7,9%). Quello degli e-book, nello stesso arco di tempo, è passato da 9,44 euro (Iva al 20% compresa) a 8,73 euro (con Iva da ottobre 2011 al 21%, da fonte IE-Informazioni editoriali) con un -8,4% al netto dell’Iva.

I PROBLEMI FISCALI – Resta in ogni caso la necessità di armonizzare i regimi Iva tra i libri letti sulla carta e su device digitale (e-book reader o tablet che siano). Senza dimenticare che il contenimento dei prezzi di copertina attuato in questi anni si configura come la più importante campagna a sostegno della lettura. A settembre 2013, rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, a fronte di un calo della spesa del pubblico dei lettori nei canali trade del -5,4% corrisponde un -1% nelle copie vendute, secondo dati Nielsen.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ugo Mursia Editore in crisi, tra i creditori anche Mps

Intesa Sanpaolo sale sul Palco

RCS a 99 centesimi dopo gli ultimi rilanci

NEWSLETTER
Iscriviti
X