L’Everton chiede scusa ai tifosi e progetta il nuovo marchio

A
A
A
di Redazione 16 Settembre 2013 | 13:10

Dopo l'errore dello scorso anno, la società inglese progetterà il nuovo stemma insieme ai tifosi

LA QUESTIONE DELL'EVERTON – Dopo la querelle sul nuovo logo della AS Roma (che, ancora oggi, non piace alla stragrande maggioranza dei tifosi), è scoppiata in Inghilterra, in Premier league, una questione simile per l'Everton. Lo scontro iniziale tra i fan e il club è però trasformato in una opportunità di rilancio nei rapporti tra i soggetti in esame (praticamente l'opposto di quanto sta accadendo nella Capitale). Questa storia singolare è stata scovata dalla redazione di Maidirecalcio.com

L'AIUTO DEI TIFOSI – La dirigenza dei "Toffees", infatti, realizzerà lo stemma della stagione 2014/15 con l’aiuto dei tifosi dopo aver riconosciuto l’errore commesso nel restyle operato neanche 4 mesi fa: lo scorso maggio il club aveva presentato un nuovo stemma, il decimo della storia dell’Everton, in cui non comparivano né lo storico motto “Satis Nil, Nisi Optimum”, né tantomeno le due corone di alloro. La torre di Prince Rupert, simbolo del club, inoltre, appariva ridisegnata in un modo un po’ bizzarro.

LE PROTESTE – Le numerose proteste dei propri supporters (in oltre 22mila hanno firmato una petizione online per modificare il simbolo del club), hanno indotto la società di Liverpool a lanciare un’iniziativa online che prevede una consultazione e una successiva votazione finale dei fan, incaricati, in pratica, di realizzare lo stemma che rappresenterà la squadra nella prossima stagione.

IL PROGETTO – Il progetto (cominciato il 27 agosto scorso con le consultazioni online) prevede non solo la partecipazione dei tifosi attraverso un sondaggio, ma anche la possibilità di inviare il proprio disegno collaborando con una serie di gruppi di lavoro che parteciperanno in rappresentanza dei principali gruppi di tifosi dell’Everton. Fino a ieri si è svolta la raccolta di idee dal 23 sarà poi possibile votare il logo più gradito a tutti i tifosi che hanno il numero di registrazione poiché abbonati o che comunque sono registrati per aver acquistato i biglietti dei match del club (circa 300mila).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, fare marketing in 7 mosse

Consulente finanziario: come realizzare il biglietto da visita perfetto

Minari per il marketing di Invesco

NEWSLETTER
Iscriviti
X