Apple nei guai con il fisco, avrebbe evaso oltre 400 miliardi di dollari. Il ceo Cook: “Niente trucchi fiscali”

A
A
A
di Redazione 21 Maggio 2013 | 07:55

 

La Mela, secondo quanto riportano le agenzie di stampa, avrebbe evaso oltre 400 miliardi di dollari in cinque anni. La sottocommissione permanente di indagine del Senato americano ha convocato l'ad Tim Cook

 

I GUAI CON IL FISCOApple finisce sotto i riflettori per problemi con il fisco. La Mela, secondo le conclusioni della la sottocommissione permanente di indagine del Senato americano, avrebbe evaso il pagamento di miliardi di dollari di tasse negli Stati Uniti e nel mondo. Almeno 74 miliardi di dollari solo tra il 2009 e il 212. In tutto, in cinque anni, oltre 400 miliardi. 
 
NIENTE TRUCCHI FISCALI – L’a.d. della società Tim Cook, da parte sua, convocato dalla sottocommissione a spiegare la vicenda, ha dichiarato di non usare “trucchi fiscali” e che “Apple vede con favore un esame obiettivo delle norme fiscali americane, che non hanno tenuto il passo con l'era digitale e con i rapida cambiamenti dell'economia globale”.
 
L’ANOMALIA – Secondo gli esperti del Senato Apple avrebbe messo in piedi sofisticati sotterfugi per eludere il fisco. Spostando miliardi di dollari di profitti fuori dagli Stati Uniti, in Paesi con agevolazioni fiscali. Una controllata Apple in Irlanda, per esempio, nel 2011 ha realizzato 22 miliardi di profitti su cui ha pagato appena lo 0,05% di imposte. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti