È boom di colf e badanti: sono oltre 1,6 milioni nelle famiglie italiane

A
A
A
di Redazione 15 Maggio 2013 | 14:09

Una ricerca del Censis e dell'Ismu, condotta per conto del ministero del Lavoro, ha scattato la fotografia della situazione attuale


COLF E BADANTI – L’Italia è un Paese per vecchi. Da una ricerca del Censis e dell’Ismu, condotta per conto del ministero del Lavoro, emerge che l'aumentare della spesa del “welfare familiare” sta intaccando la presenza di figure percepite come indispensabili: le badanti. I collaboratori familiari che prestano servizio presso le famiglie italiane sono passati dall'essere circa un milione nel 2001 all'1,665 milioni di oggi. E da qui al 2030 serviranno altre 500mila badanti.

OCCASIONE SNOBBATA – C’è allora chi si chiede se può essere un’opportunità di lavoro in questo settore. Ma per adesso gli italiani la snobbano. Solo il 22% di chi lavora come badante è italiano. Fra il 77,3% di stranieri, la grande maggioranza è rumena. Seguono ucraini, filippini, moldavi, marocchini, peruviani, polacchi e russi.

ONERE FINANZIARIO – Ma sono sempre di più le famiglie che non possono permettersi l’onere finanziario di una badante. La spesa media mensile è di 667 euro, cioè circa il 29,5% del reddito familiare. E solamente una piccola percentuale, il 31,4%, riesce a ottenere un aiuto statale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti