Francia: spunta una tassa sull’acquisto di smartphone e tablet

A
A
A
di Redazione 13 Maggio 2013 | 09:45

Per sostenere la cultura Parigi sta pensando di applicare una tassa sull'acquisto di ogni tablet e smartphone venduto. Secondo quanto anticipato da "Le Figaro", il rapporto contiene 75 proposte


TASSA HI-TECH – L’industria culturale in Francia è in crisi. E per sostenerla Parigi sta pensando pensando di applicare una tassa sull'acquisto di ogni tablet e smartphone venduto nel Paese. L'idea è contenuta in un rapporto commissionato 10 mesi fa proprio dal presidente francese Francois Hollande a un gruppo di lavoro guidato da Pierre Lescure, giornalista manager, fondatore di Canal Plus e direttore del Théâtre Marigny.

A SOSTEGNO DELLA CULTURA – Secondo quanto anticipato da "Le Figaro", il rapporto contiene 75 proposte e questa è la più interessante. Per Lescure molti utenti sono frenati ancora nel comprare legalmente un album a 9,9 euro mentre sono pronti a spendere dai 300 ai 800 euro per iPad o smartphone. Quindi, poiché i consumatori li compreranno comunque, si può prevedere che qualche euro dell'acquisto possa andare a sostegno del cinema, della musica o delle case editrici francesi.

I CONTENUTI – Parallelamente è stata proposta una norma che consiste nel facilitare le offerte "legali" di download, semplificando l'iter di passaggi sui vari media. Dato che il finanziamento arriverà dai terminali i film potrebbero essere disponibili più rapidamente su tutte le piattaforme numeriche ed essere così scaricati legalmente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti