Banche, UniCredit assumerà 500 risorse a tempo indeterminato

A
A
A
di Redazione 19 Aprile 2013 | 13:28

L’a.d. Federico Ghizzoni si è impegnato ad assumere circa 500 giovani nell’arco di 18 mesi, una mossa apprezzata dai sindacati, che però


LE ASSUNZIONI – In un momento in cui le maggiori banche italiane ed estere tagliano posti di lavoro, UniCredit va controcorrente e apre a 500 assunzioni a tempo indeterminato. Lo ha detto lo stesso a.d. del gruppo, Federico Ghizzoni, che si è impegnato ad assumere circa 500 giovani nell’arco di 18  mesi: un segnale certamente positivo sia per l’azienda sia per il Paese, hanno commentato i sindacati – Dircredito, Fabi, Fiba/Cisl, Fisac/Cgil, Sinfub, Ugl Credito e UilCa – evidenziando che il tema assunzioni dovrà “trovare la sua naturale collocazione all’interno del confronto con le organizzazioni dei lavoratori, che è necessario aprire a breve”.

LE RICHIESTE DEI SINDACATI – Fin da d’ora, però, i sindacati precisano che “questi nuovi ingressi dovranno coprire l’intero territorio nazionale ed essere destinati, oltre che a finanziare l’apertura dei call center di  Torino e Modena, alla copertura delle criticità presenti  in particolare nelle  agenzie dove da troppo tempo si vive in una situazione di estrema  difficoltà”.

SEGNALI CONTRASTANTI – Resta in ogni caso lo  sconcerto, conclude la nota dei sindacati, “nei confronti di una politica aziendale che, mentre da una  parte crea  nuove opportunità occupazionali , dando segnali precisi di impegno e  consolidamento territoriale, dall’a ltra mette in campo  dolorose operazioni di  esternalizzazione che colpiscono centinaia di colleghi”.

LE PAROLE DI GHIZZONI – A metà marzo Federico Ghizzoni, a.d. di UniCredit, aveva annunciato che la banca "vuole tormare ad assumere quest'anno in Italia, in particolare giovani. Dovremmo essere nell'ordine di circa 500 persone". Una decisione, ha spiegato ancora l’a.d. che vuole dare “un segnale di attenzione al problema della disoccupazione che è piuttosto grave”. Le assunzioni, ha aggiunto, "inizieranno a breve, credo, sono a tempo indeterminato e coprono un arco di 18 mesi, poi vedremo come andrà la situazione dal punto di vista macroeconomico".

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X