La serie B inserisce il salary cap

A
A
A
di Redazione 28 Marzo 2013 | 16:23

Dalla prossima stagione i contratti dovranno essere di 150 mila euro annui più altrettanti premi. I surplus saranno tolti dalla mutualità


Dalla prossima stagione le società di serie B si dovranno adeguare a leggi sugli stipendi ben precise. Il presidente della Lega Serie B Abodi ha comunicato infatti che dalla prossima stagione i contratti dei giocatori non dovranno superare i 150 mila euro annui più altrettanti 150 mila euro di premi. Questa novità è stata introdotta per risanare i bilanci delle società e dare sicurezza alle 22 compagini di serie B, sempre più in difficoltà nel panorama calcistico a livello economico.

La situazione dei contratti attuale dei calciatori di serie B vede una media di quattro contratti da rivedere per ogni squadra che al momento è nel campionato cadetto, per adeguarsi alle regole del prossimo anno. Le squadre saranno comunque libere di pagare stipendi maggiori di 150 mila di contratto più 150 mila di premi: le eccedenze infatti saranno ammesse, ma saranno tolte dalle mutualità che le società riceveranno (ad esempio da diritti televisivi) e redistribuiti tra le altre compagini.

Il prossimo step che Abodi ha in agenda è quello di ridurre anche il numero dei giocatori in rosa, che dovrebbe attestarsi intorno alle 23 unità per squadra, a cui aggiunere eventuali giovani della primavera.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X