Niente carte di credito e pos in Vaticano

A
A
A
di Redazione 3 Gennaio 2013 | 08:27

La Banca d'Italia ha bloccato tutti i pagamenti elettronici attraverso Pos e attraverso il circuito mondiale delle carte di credito nello Stato della Città del Vaticano
 


IL BLOCCO – Solo contanti in Vaticano. Bankitalia ha infatti bloccato tutti i pagamenti elettronici attraverso Pos e attraverso il circuito mondiale delle carte di credito nello Stato della Città del Vaticano. Secondo l’Ansa che ha appreso la notizia l’unica forma di pagamento consentita in numerosi servizi e negozi della città ora rimane l’utilizzo del bancomat dello Ior.

NIENTE BANCHE ITALIANE – Fonti di Palazzo Koch, scrive il Corriere.it, hanno spiegato che il Vaticano può avere tutti i Pos che vuole ma non con banche italiane, perché, ai sensi della normativa antiriciclaggio, la piccola Città Stato è considerata Paese extracomunitario “non equivalente” a fini di vigilanza e, per l'appunto, di antiriciclaggio.

DATA DA DEFINIRE – Il blocco è ovviamente temporaneo, “fino a data da definire”. Il portavoce della Santa Sede Padre Federico Lombardi si è limitato a spiegare che il blocco era stato originato dal fatto che “le relazioni di alcuni uffici della Città del Vaticano con uno dei loro prestatori di servizio per l’uso delle carte di credito e dei Pos presenti nei punti vendita interni alla Città del Vaticano, per facilitare il pagamento dei servizi a turisti e pellegrini, sono in via di scadenza”.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti