Il fair play finanziario dell’Inter ancora non funziona

A
A
A
di Redazione 2 Gennaio 2013 | 09:16

La società calcistica ha presentato il bilancio 2011/2012: ancora troppo alti i costi di produzione.


L'INTER PERDE LA PARTITA DEL BILANCIOFC Internazionale Milano Spa – meglio nota come Inter – ha chiuso il bilancio dell’esercizio 2011/2012 con una perdita di 77.147.926 euro, che trova la sua giustificazione, come ha affermato il presidente Massimo Moratti, nell’ammontare ancora troppo elevato dei costi di produzione, nonostante si sia verificata una riduzione degli stessi di € 34 milioni, rispetto al 2010/11. L'analisi è stata condotta dall'esperto pugliese in bilanci sportivi, Luca Marotta.

OBIETTIVO RIDUZIONE DEI COSTI – La politica gestionale – caratterizzata dalla riduzione dei costi di produzione – continuerà anche per la stagione 2012/2013, per la quale si prevede un taglio dei salari per circa 40 milioni di euro. Sul fronte dell'ammortamento dei diritti pluriennali delle prestazioni dei calciatori, invece, la quota rimarrà invariata a circa 60 milioni, a causa degli acquisti importanti operati durante l’ultima campagna. L’aumento dei ricavi è dunque "indispensabile", secondo il presidente Moratti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti