L’Aston Villa retrocede e licenzia 500 persone

A
A
A
di Redazione 20 Aprile 2016 | 14:08

Come riferisce il Daily Mirror, l’Aston Villa deve rinunciare al 33% del personale impiegato nel club.

Ormai sembra inevitabile la retrocessione dell’Aston Villa in Championship. Con conseguenze economiche anche sul bilancio del club, visto che si dovrà rinunciare al 33% del personale impiegato nel club.

CRISI ASTON VILLA – A fine stagione, come riferisce il Daily Mirror, 500 persone verranno licenziate dal club che dovrà profondamente rivedere l’organizzazione e l’organico in vista della prossima stagione. In questo momento il proprietario statunitense Wantaway Randy Lerner è nel disperato bisogno di vendere e vuole assolutamente trovare un investitore. E dire che nel 2008 fu proprio lui a rifiutare l’offerta avanzata nientemeno che dallo Sceicco Mansour, indirizzato a Brimingham dalla corona reale con la quale la famiglia qatariota ha da sempre ottimi rapporti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X