To drink or not to drink: Regno Unito spumeggiante, gli americani preferiscono la bionda

A
A
A
di Redazione 17 Agosto 2016 | 14:47

Dai 17,6 milioni di galloni del 2011/2012, ai 31,6 degli ultimi 12 mesi tra maggio 2015 e maggio 2016, con una crescita in volume dell’80% in 5 anni: ecco il boom del mercato degli spumanti in Uk, nei numeri della dogana britannica, la Hm Revenue & Customs, analizzati dallo studio UHY Hacker Young. Merito del Prosecco, del Cava, ma anche degli sparkling made in England. E da qui al 2019, secondo le stime, il mercato delle bollicine nel Regno Unito crescerà ancora del 13%. Lo scrive il sito www.winenews.it.

Gli Usa sono il primo mercato al mondo, per il vino come per le cantine d’Italia, che negli States sono leader indiscusse. Eppure, gli americani preferiscono la birra: secondo un sondaggio dell’istituto Gallup su oltre 1.000 persone, è la bevanda alcolica preferita (43%), davanti al vino (32%) e ai liquori (20%). Ma le differenze “di genere” ci sono eccome: le donne bevono più spesso il nettare di Bacco (50%), mentre gli uomini preferiscono nettamente la birra (54%) e, con più frequenza del vino (18%), dicono di bere anche liquori e spirits (22%). Aspetto interessante, oltre al dato assoluto, è la tendenza a preferire il vino, in rialzo per le donne, rispetto al passato, e in ribasso per gli uomini americani.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti