Paymeabit, come guadagnare soldi veri con i like su Facebook

A
A
A
di Redazione 19 Agosto 2016 | 08:16

L’idea è di una startup italiana fondata a Cagliari. Si chiama Paymeabit (letteralmente ‘Pagami un po”) e si basa sulla possibilità di monetizzare i contenuti che si trovano gratuitamente sui social network e fondata da Giuseppe Laddomada e Sergio Masala. Su  Paymeabit ogni volta che un utente lascia un ‘mi piace’ a un post contestualmente trasferisce un bit, la frazione di Bitcoin che vale meno di un centesimo di euro, al creatore del contenuto. Il funzionamento di base è come il ‘like’ di Facebook ma l’approvazione acquista anche un valore economico, sebbene di importo contenuto.

“Per ora, i contenuti su Internet non hanno un valore perché non c’è il modo giusto di assegnarglielo. Prendiamo un blog post, per esempio: il suo valore è probabilmente di pochi centesimi. Al momento non è possibile venderlo per questa piccola cifra. La nostra piattaforma è un primo passo per determinarlo”, spiegano i due ragazzi cagliaritani. Questo sistema permetterebbe anche una certa classificazione dei contenuti online in base al loro valore.

Il lancio della versione Beta di Paymeabit ha incuriosito centinaia di utenti arrivando a generare un business di 60 mila bit ma, come primo risultato, è senz’altro incoraggiante: “c’è chi ha venduto la tesi di laurea, chi una guida della Sardegna, chi ha creato tutorial su come usare Paymeabit”. L’idea infatti è quella di estendere le potenzialità di questo modo di guadagnare con i Like anche oltre il perimetro dei Social Network sfruttando “contenuti generati da editori o da utenti che potrebbero essere venduti in questo modo”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bitcoin valuta legale: i dubbi dell’Fmi sulla decisione di El Salvador

Generali dice no ai Bitcoin

Bank Of England bacchetta i risparmiatori sui Bitcoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X