Ibrahimovic non ha pagato le tasse, il PSG fa l’esattore e gli trattiene…

A
A
A
di Redazione 26 Settembre 2016 | 11:46

A Zlatan Ibrahimovic di Parigi manca lo stipendio, ma dal Parc des Princes gli arriva una brutta sorpresa: una trattenuta del 30% sull’ultima tranche dell’ingaggio. Lo scrive il sito www.calcioefinanza.it. Sarebbe questa la scelta della squadra francese per regolare una vecchia questione fiscale che risale al 2012, quando lo svedese lasciò il Milan per approdare all’ombra della Tour Eiffel. Secondo quanto riporta il quotidiano Transalpino “L’Equipe”, ai tempi del trasferimento di Zlatan il PSG aveva fatto mettere per iscritto che il giocatore era tenuto a rimborsare l’importo delle tasse che il club aveva versato all’Italia per regolare i rapporti tra lui e il Milan.

Ma Ibra, secondo quanto risulta all’Equipe, non avrebbe mai restituito nei suoi quattro anni francesi la somma che da accordi spetterebbe al PSG. E allora la società avrebbe deciso di affidarsi a maniere drastiche, ma certe: trattenuta del 30% sull’ultima tranche di stipendio, almeno fino a quando il numero nove del Manchester United non riesca a regolare i conti lasciati in sospeso a Parigi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’affare di Ibra, Abate e Jankulovski: case a buon prezzo a Brera vendute da una Fondazione

Zlatan Ibrahimovic scommette sui videogiochi

Pogba è il Paperone della Premier League, ecco quanto guadagna

NEWSLETTER
Iscriviti
X