Lavori in banca? Comincia a preoccuparti, sei di troppo 

A
A
A
di Redazione 10 Ottobre 2016 | 11:48

A inizio settembre il premier Matteo Renzi ha prima lasciato intendere ai poteri forti riuniti a Cernobbio e poi smentito davanti ai sindacati del credito inferociti, che i 300mila bancari italiani potrebbero dimezzarsi nell’arco di dieci anni. Una bomba sociale che, pur con esuberi forse da ritoccare tra 60mila e 92mila, ha trovato una indiretta conferma nella diagnosi del Fondo Monetario internazionale.

La tesi di Washington è la seguente: nel Vecchio continente ci sono gruppi che hanno un «notevole» spazio per migliorare la loro efficienza, adottando una cura dimagrante che potrebbe portare fino alla chiusura di un terzo degli sportelli. Una idea devastante che, trasportata nella Penisola significa la rottamazione di 9.800 sportelli sui 29.500 attualmente operativi secondo Bankitalia (34mila nel 2008).

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Federpromm, nuova convenzione legale per gli associati

Come ti trasformo da bancario in consulente

Vaccini: bancari sì, consulenti no. Federpromm non ci sta

NEWSLETTER
Iscriviti
X