Quando scatta l’obbligo delle gomme invernali e come non farsi fregare dalla stradale

A
A
A
di Redazione 25 Ottobre 2016 | 11:09

Oltre a una maggiore attenzione nei controlli di routine dell’auto, bisogna tenere conto che dal 15 novembre prossimo scattano le Ordinanze che prevedono l’obbligo di montare pneumatici invernali in determinate zone del Paese e sulle strade dove è previsto, fino al 15 aprile prossimo. E tutto sommato è una necessità, visto che per le loro specifiche tecniche le gomme invernali come vedremo sono in grado di assicurare la massima aderenza possibile su fondi bagnati o ghiacciati. E dunque di tutelare la sicurezza.

Le gomme invernali si riconoscono dalla marcatura“M+S” (ma anche M&S e M.S.), nonché dalla presenza (non obbligatoria), di un fiocco di neve sul fianco. Questi segnali di riconoscimento contraddistinguono un prodotto con standard diversi, progettato per garantire le massime prestazioni nelle condizioni di guida invernali cui si faceva cenno prima: strade bagnate, brinate, innevate e ghiacciate, dove l’aderenza risulta particolarmente problematica.

In particolare, a cambiare sono la mescola e il battistrada: la prima prevede un composto di silice tale da non far indurire, al contrario di quanto accade con le coperture estive, la gomma con temperature inferiori ai . Il secondo invece è più “scavato” (le scanalature arrivano intorno ai 30 mm di profondità) ed ha una geometria tale da assicurare la migliore trazione possibile in condizioni climatiche proibitive. Al punto che, montando questo tipo di pneumatici, non c’è bisogno di dispositivi aggiuntivi, qual ad esempio catene, calze, etc.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati: l’auto sbanda su chip e commodity ma tiene in Borsa

Mercati, auto: ecco le case favorite dagli incentivi negli Usa

Auto, ecco come crescerà la domanda mondiale

NEWSLETTER
Iscriviti
X