Google ha preso il posto anche del dottore…

A
A
A
di Redazione 14 Novembre 2016 | 10:32

Hai la febbre? Vai su Google. Basta un click per trovare online informazioni su sintomi, diagnosi, malattie e cure. Oggi l’81% in Italia dichiara di farlo, e i più attivi con la tastiera sono i  giovani al di sotto dei 30 anni (il 55% consulta il web con più facilità rispetto agli altri gruppi).
Se nel 58% dei casi le ricerche  in Rete soddisfano le esigenze degli internauti, solo il 9% di chi si informa online si confronta poi con il proprio medico. E’ quanto emerge da un’indagine Medipragma presentata a Milano, in Regione Lombardia, alla seconda edizione di S@lute, il Forum dell’innovazione  per la salute.

La rilevazione è stata condotta su un campione rappresentativo della totalità della popolazione italiana. Ebbene, rispetto alle fonti di informazione consultate, troviamo al primo posto i social network (24%), seguiti da portali di informazione specializzati (19%), siti istituzionali (16%) e Wikipedia (12%). Agli ultimi posti, blog e siti dell’industria farmaceutica (8%), e siti di associazioni pazienti (4%). L’88% degli italiani intervistati afferma poi di non essere sufficientemente informato circa le prestazioni sanitarie cui ha diritto. E solo il 23% dice di essere a conoscenza dei nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea). Di questi, solo il 38% reputa l’aggiornamento come migliorativo. Mentre per la restante parte il sistema sanitario rimarrà immutato o peggiorerà ulteriormente.

(Adnkronos)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Gli Etf arricchiscono le big tech. Da sole capitalizzano quasi il 40% del Nasdaq

Disinvestire dalle big tech? Prematuro, nonostante le nuvole all’orizzonte

Tortolini (ByTek): “Trading online, sul web molto ricercati i future”

NEWSLETTER
Iscriviti
X