La roulette russa del Monte dei paschi

A
A
A
di Marco Barlassina 16 Novembre 2016 | 09:09

Diciamo la verità. Il Monte dei paschi ha ammesso di essere all’ultima spiaggia. Annunciando la conversione delle obbligazioni subordinate MPS ha avvertito i titolari dei bond subordinati a cui è rivolta l’offerta di conversione volontaria in azioni che qualora l’aumento di capitale da 5 miliardi non dovesse riuscire, i titoli “potrebbero essere soggetti a riduzione del relativo valore nominale” oppure a “conversione forzata” in azioni, secondo i criteri e l’ordine previsto dalla normativa sulle risoluzioni bancarie. Se l’operazione di messa in sicurezza fallisse e Mps non fosse “in grado di rispettare i requisiti patrimoniali” chiesti dalla Bce, spiega infatti la banca in una nota, l’istituto senese “potrebbe subire un grave pregiudizio per la propria attività, fino a compromettere la sussistenza dei presupposti per la continuità aziendale, nonché importanti effetti negativi sulla propria situazione economica, patrimoniale e finanziaria”.

Un’ammissione di debolezza sconfinata. E gli obbligazionisti subordinati, soprattutto i piccoli risparmiatori, non saranno affatto contenti. In sostanza il Montepaschi con i loro soldi gli ricompra le obbligazioni subordinate e li obbliga a convertire il ricavato in azioni. In sostanza si riprende ancora una volta i loro soldi dando titoli che vengono considerati più rischiosi dei bond subordinati (anche se in realtà sono equiparabili come fattore di rischio). Solo che le azioni fluttuano mentre le subordinate erano state vendute ai risparmiatori come strumenti di risparmio tranquillo con un buon  rendimento garantito. Normale che i piccoli investitori si sentano penalizzati. C’è poi un altro aspetto. E’ molto probabile che le azioni revenienti dalla conversione delle subordinate abbiano un lock up, ossia non possano essere vendute per un certo periodo di tempo altrimenti se venissero vendute in blocco il titolo in borsa subirebbe un rovescio epocale e rischierebbe di vanificare la già difficile operazione di ricapitalizzazione.

Insomma per Montepaschi siamo alla roulette russa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti