Per i Millennials bere vino a Manhattan è più trendy che nella City

A
A
A
di Redazione 2 Dicembre 2016 | 12:26

Se Usa e Uk sono il primo ed il secondo importatore di vino al mondo in valore, superati solo dalla Germania in termini quantitativi, New York e Londra sono le due città più influenti, scrive il sito www.winenews.it: è qui che nascono le mode e che si consolidano le tendenze, specie se si parla di vino, perché a Manhattan come nella City a fare la differenza sono i Millennials. Ma le differenze sono enormi, come racconta lo studio di ViniSud, il salone internazionale dei vini del Mediterraneo, “New York vs Londres – Les tendances de consommation de vin chez les Millennials en 2016”. I giovani newyorkesi dichiarano di saperne di più dei coetanei londinesi: il 42% dei Millennials si considera un vero appassionato, mentre il 48% di chi vive a Londra si dichiara alle prime armi. Simile l’approccio alle fonti d’informazione: il 51% si fida del proprio entourage, fatto di parenti ed amici, ma chi vive a New York ha un rapporto più stretto con la tecnologia. Anche nei consumi vince la Grande Mela, dove il 59% dei giovani beve vino una o più volte a settimana, contro il 52% dei londinesi, e nella City la percentuale di chi non beve vino in assoluto è addirittura del 12%, contro il 3% di New York. Un’altra costante è il ruolo dell’Italia, indicato come secondo Paese di provenienza preferito sia da chi vive a New York che da chi vive a Londra, con la stessa identica percentuale, il 36%. Tra le tipologie preferite, il rosso batte tutti, con il 44% delle preferenze a New York ed il 43% a Londra, il bianco riceve il 35% dei consensi nella Grande Mela ed il 26% nella City, ed il rosato piace al 17% dei giovani d’Oltreoceano ed al 23% dei Millennials d’Oltremanica. Le bollicine, prima tipologia in Uk e seconda in Usa, vivono una frequenza di consumo particolarmente alta in Usa, con il 40% dei wine lovers che le scelgono almeno una volta a settimana, mentre in Uk il consumo è occasionale nel 36% dei casi. New York svetta anche per la frequenza d’acquisto, con il 49% dei giovani che acquistano vino più volte a settimana, specie al supermercato, indicato dal 51% dei newyorkesi e dal 66% dei londinesi. Tra i criteri di scelta, infine, il primo è il prezzo, indicato dal 40% dei newyorkesi e dal 47% dei londinesi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Sorpresa, la carta dei vini nella City si fa al…

Volete lavorare nella City? Buttate via scarpe e cravatte…

NEWSLETTER
Iscriviti
X