Meglio non fidarsi di dirigenti di banca come questi…

A
A
A
di Marco Barlassina 9 Dicembre 2016 | 08:40

In guerra e in amore tutto è lecito, dice il proverbio. Aggiungiamo “anche in politica”, visti i tempi che corrono. Però quando è troppo è troppo. Ci sono giunte segnalazioni che diversi dirigenti del Monte dei Paschi, compresi direttori di filiale e agenzia hanno cercato di far credere ai clienti che se avesse vinto il “No” al referendum la banca non avrebbe riaperto il giorno successivo. Idem o forse peggio quello che è successo in diverse Bcc (Banche di credito cooperativo) distribuite a pelle di leopardo un po’ in tutta Italia che, contrariamente al Monte dei Paschi, non stanno vivendo una situazione particolarmente critica e quindi la clientela non vive sotto stress particolare. Nonostante questo però, sempre dirigenti e direttori di agenzie e filiali hanno detto ai clienti che in caso della fatidica vittoria del “No” i loro conti e i loro investimenti sarebbero stati azzerati. Ecco, questi soggetti sono quelli a cui migliaia di persone hanno affidato i propri soldi. Quando d’ora in vanti daranno un qualsiasi consiglio di investimento ci sarà da credergli?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bcc a una svolta, dite la vostra sulla nuova vigilanza

Mifid 2, governo a un bivio su Bcc e casse rurali

Mifid 2, sen. Marino: con 30-bis attività ispettiva Ocf troppo gravosa

NEWSLETTER
Iscriviti
X