Consigli utili per sopravvivere alla festa aziendale di Natale

A
A
A
di Daniel Settembre 15 Dicembre 2016 | 14:15

Come ogni anno a ridosso di Natale, la festa (o semplicemente una cena) aziendale è d’obbligo. Nonostante l’evento si possa rilevare spesso un incubo, è possibile divertirsi e rimanere professionali allo stesso tempo. E, inoltre, potrebbe trasformarsi in un’occasione utile per ampliare il vostro network. Alexandra Levit spiega al magazine Money come sopravvivere a questo tipo di serate.

1. Chiedere all’HR prima di portare un ospite
Se la festa si svolge in un ristorante o in un altro luogo che ha un prezzo per persona, la vostra azienda non può affrontare un costo per più di uno. Prima di invitare il coniuge o i figli, assicuratevi con il vostro capo o con l’ufficio risorse umane se potete portare un ospite.

2. Fare qualche ricerca prima della festa
Se ci sono dirigenti che normalmente non interagiscono con i dipendenti o che provengono da altri dipartimenti fuori città, fate un po’ di ricerche sul sito web per rispolverare un po’ nomi e ruoli. Siate neutrali durante le presentazioni nel caso in cui si è già incontrato la persona prima (ma non vi ricordate). E nel caso siate accompagnati usate la presenza del vostro compagno/a a vostro vantaggio.

3. Preparatevi le conversazioni
Socializzare con le persone che non conosce molto bene sarà essenziale alla festa. Se siete timidi, venite alla festa armati di qualche conversazione neutra, come chiedere il ruolo di qualcuno in azienda o quali sono i loro piani per le vacanze. Cercate di espandere la discussione con i vostri compagni di ufficio e anche con chi normalmente in azienda vi scambiate mail ma non avete contatto. La festa potrebbe anche essere una grande opportunità di parlare con il vostro capo e altri importanti membri della società. Potrebbe essere occasione di spiegare un vostro progetto lavorativo, ma di certo non un aumento di stipendio.

4. Prestate attenzione a quando si arriva (e quando si va via)
Se non volete essere la prima persona che arriva alla festa, soprattutto se è in programma subito dopo il lavoro. Cercate di arrivare 20 o 30 minuti dopo l’inizio ufficiale, quando cioè la festa è già in pieno svolgimento. Secondo Levit uscire da lavoro e arrivare subito alla festa potrebbe essere percepito negativamente: che, cioè, non siete impegnati al lavoro e che non vedete l’ora di bere. Allo stesso modo, assicuratevi di congedarvi a un’ora adeguata. Dal momento che quasi tutti gli “scandali” si verificano verso la fine della festa (o addirittura dopo), la vostra reputazione professionale potrebbe essere macchiata nel caso rimaniate.

5. Impostare un limite agli alcolici
Se non si desidera essere la persona di cui tutti parlano la mattina dopo a lavoro. Limitatevi sulle bevande alcoliche. Cercate di mangiare leggero, in modo da non bere a stomaco vuoto e allo stesso tempo di non fare la figura dell’ingordo che si lancia al buffet.

6. Abbiate pietà nei brindisi
Se sei un top performer presso la vostra azienda, si può essere festeggiate in un brindisi alla festa. Se è così, riconoscete gentilmente l’onore, ma non bevete alla vostra: assicuratevi di ringraziare la persona che ti ha omaggiati. Non fate alcun commento con i colleghi, mentre il presidente della società sta parlando.

7. Ringraziamenti finali
Ringraziate gli organizzatori della festa prima di andarvene. Inoltre, non guasta mandare anche una mail di ringraziamento. Non solo è la cosa giusta da fare, ma taglierà fuori i molti dipendenti che probabilmente non ringrazieranno le persone che hanno lavorato duramente per rendere possibile la festa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X