Consulenti finanziari e assicuratori a rischio estinzione, parola di Financial Times

A
A
A
di Redazione 4 Gennaio 2017 | 08:39

L’impatto della tecnologia sul mondo del lavoro non metterà in crisi solo le attività manuali ma anche le professioni altamente qualificate nel terziario. E’ il risultato di un’inchiesta che il Financial Times ha pubblicato nel giorno di Natale e che giunge a conclusioni in qualche caso drammatiche.

Entro dieci o vent’ anni – spiega l’Ft – cinque settori economici saranno sconvolti dalla tecnologia: spariranno, o quasi, le agenzie di viaggio (con l’impatto che dalle singole agenzie si sposterà anche ai tour operator), ma anche i produttori di componenti industriali (che potrebbero perdere il 60% del loro mercato negl giro di 10 anni sconfitti dalla concorrenza delle stampanti 3D), le officine auto e i venditori di polizze RcAuto in conseguenza dell’avvento e del successo dei veicoli a guida autonoma che garantirebbero tassi molto più contenuti di sinistri, ma anche dell’utilizzo di auto elettriche bisognose di minore manutenzione. La quinta categoria a rischio di estinzione è quella dei consulenti finanziari, che verrebbero progressivemente sostituiti – almeno nella previsione dell’Ft – dai siti web che gestiscono i portafogli dei clienti sulla base di algoritmi, ossia dai robo-advisor.

Niente paura però. Alla fine quelle del quotidiano britannico restano previsioni apocalittiche come tante altre che non hanno mai trovato realizzazione. Anzi, si potrebbero anche ribaltare: e se a estinguersi nei prossimi 10 anni fosse invece proprio il Financial Times?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Crisi globale, dalle assicurazioni approccio di investimento a lungo termine

Sovraperformance per gli assicuratori protagonisti di attività di M&A

NEWSLETTER
Iscriviti
X