Rating sull’Italia, l’analista di Fitch finisce nei guai

A
A
A
di Redazione 13 Gennaio 2017 | 09:08

Correva l’anno 2012 e per l’Italia c’era odore di declassamento da parte delle agenzie di rating. Indiscrezioni e rumor si inseguivano con danni sulla solidità percepita del Paese, soprattutto visto dai mercati finanziari. Oggi arriva il conto.

Il pm di Trani Michele Ruggero ha chiesto 9 mesi di reclusione e 16mila euro di multa per David Railey, l’analista di Fitch accusato di aver fornito anticipazioni su un imminente doppio declassamento (da A a BBB+) del rating sull’Italia.

Le anticipazioni sotto accusa sono quelle che l’analista avrebbe dato il 10 e il 17 gennaio, quando poi il downgrade arrivò solo il 27 gennaio 2012.

Per la procura invece nel 2011 l’Italia sarebbe stata in migliori condizioni di altri Paesi dell’Unione europea e non vi erano quindi i presupposti per il duplice declassamento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti