Tanti temono la Hard Brexit, sono tutti quelli che non vedono l’ora…

A
A
A
di Lukas Frese 20 Gennaio 2017 | 09:58

La premier inglese Theresa May ha annunciato nei giorni scorsi la volontà del suo governo di procedere a una Hard Brexit, ossia un’uscita dall’Unione Europea sulla scorta del referendum senza troppi convenevoli: meglio nessun accordo che un un brutto accordo, avrebbe detto la prima ministra. Non solo, la May avrebbe anche annunciato quello che da tempo si mormora: l’Inghilterra potrebbe diventare un grande paradiso fiscale (più di quanto  non lo sia già) alle porte dell’Europa. Immediata la scarica di polemiche, politiche e finanziarie. In realtà, almeno dal mondo finanziario non si aspetta altro che una situazione chiara e veloce. Tanto ormai agli allarmi studiati a tavolino per compiacere i burocrati di Bruxelles non crede più nessuno e tutti sono diventati pragmatici facendo i conti con la realtà: se l’Inghilterra renderà ancora più vantaggioso il suo sistema fiscale ci sarà sicuramente la corsa a trasferire aziende e banche alla corte di Sua Maestà, alla faccia dell’Europa. Per farla breve, chi oggi strilla contro la Hard Brexit, non  vede l’ora che si realizzi

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, continuano le incertezze nonostante l’accordo

Mirabaud AM: il 2021 potrebbe essere un anno brillante per le banche britanniche

La Brexit è fatta: che cosa attende ora gli investitori nel Regno Unito?

NEWSLETTER
Iscriviti
X