Si vola in terza classe: molto più economica, molto più scomoda

A
A
A
di Raffaello Mascetti 24 Gennaio 2017 | 09:55

In aereo arriva la tariffa basic (a partire dagli Stati Uniti): costerà la metà della classe economy ma il passeggero si imbarcherà per ultimo. Le maggiori compagnie del mondo hanno deciso di introdurre una sorta di “terza classe”, ovvero una classe al di sotto dell’ Economica. Prima è stata Delta Air Lines (quasi 184 milioni di passeggeri nel 2016), poi United (143 milioni) e pochi giorni fa American Airlines (circa 199 milioni). La chiamano «Basic Economy» e sarà disponibile nelle prossime settimane, all’ inizio per i voli interni agli Usa, poi per quelli internazionali.Con la nuova tariffa il biglietto costerà molto di meno, anche la metà di quello della normale Economy.

Però c’ è anche un rovescio della medaglia: per esempio, con United e American Airlines il passeggero “basic” s’ imbarcherà per ultimo e non potrà usare nemmeno la cappelliera sopra per il bagaglio a mano, che dovrà essere così piccolo da stare nello spazio sotto al sedile. Inoltre niente upgrade, niente rimborso o modifica. Ovviamente anche cibo e bevande sono extra. Non si può nemmeno scegliere il posto con il rischio di beccarsi quello centrale, più scomodo. E la (quasi) certezza che le famiglie vengano divise, con figli da una parte, di fianco a sconosciuti, e genitori dall’altra.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Titoli di Stato, oggi sono ancora un bene rifugio?

NEWSLETTER
Iscriviti
X