Achtung. A Milano verrà fatto esplodere un edificio per costruirne due

A
A
A
di Raffaello Mascetti 30 Gennaio 2017 | 09:15

La Cronaca di Milano del Corriere della Sera ha dedicato un ampio servizio al riutilizzo dell’area dove ancora sorge la vecchia sede del Giorno di via Fava 20 dove saranno costruiti in 540 giorni  un grattacielo di 16 piani (“bosco verticale”) e un edificio orizzontale di 11 piani, entrambi  ultramoderni (“in ferro e a secco”) con 160 appartamenti e 200 box interrati. L’opera richiederà un  investimento di 45 milioni. I lavori sono stati appaltati alla “Pizzarotti Spa”, società specializzata e molto nota.

L’edificio verticale del vecchio Giorno (di 8 piani) sarà fatto implodere dagli artificieri di “Tecnomine”, che collocheranno  cariche esplosive ai piedi delle colonne portanti. Il palazzo crollerà su stesso senza invadere le vie Fava e Tarvisio. Frattanto è stata smontata la colossale antenna del Giorno, che, posta sul tetto,  consentiva  i collegamenti via etere. L’80% del terreno  sarà dedicata a un parco la cui progettazione sarà curata dallo studio Paghera così come i terrazzi verdi. Un progetto “foresta” che stabilirà nuovi record in termini di massa verde, produzione di ossigeno e consumi di C02 in grado di automantenersi riducendo al minimo i costi di manutenzione e il consumo di acqua. L’intervento in classe energetica A+ punta a minimizzare le spese condominiali (15 euro a mq) e massimizzare i confort abitativi. Gli immobili avranno standard elevatissimi di isolamento termico e acustico.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X