Altro che debito pubblico, la vera bomba è nascosta nel…

A
A
A
di Lukas Frese 1 Marzo 2017 | 08:52

L’Europa è preoccupata per il debito pubblico italiano che cresce ogni mese di più o quantomeno non accenna a scendere significativamente. Questo è quello che tutti (o almeno tanti) pensano. E anche la richiesta della manovra correttiva per 3,4 miliardi sotto la minaccia di una procedura di infrazione è da leggere in questa prospettiva. Ma quello che preoccupa di più i funzionari di Bruxelles più “raffinati”, tanto da definirla una vera bomba è la situazione delle banche italiane. Le banche hanno 356 miliardi di crediti in sofferenza di cui sanno che circa il 50% non tornerà mai indietro. I crediti più rischiosi sono stati svalutati nei bilanci di oltre il 50% ma basterà? Forse no, perché chi  li ha ceduti, come Unicredit lo ha fatto ricavando percentuali molto più basse. Proprio la banca di Mustier ha incassato circa il 13% e se questi npl arrivassero in massa sul mercato n(un fenomeno che si sta già in parte verificando) sarebbero molto difficili da assorbire e potrebbero portare il loro valore a scendere ancora in presenza di una forte pressione dell’offerta.

Per di più si comincia a temere che i 20 miliardi stanziati dal governo con il decreto Salvarisparmio possano non essere più sufficienti alla luce delle esigenze del Montepaschi (ancora non determinate perfettamente e con l’Europa che sta chiedendo alla banca risparmi superiori a quelli inizialmente ipotizzati come ulteriori tagli al personale) e delle richieste avanzate da Veneto Banca e Banca Popolare Vicentina. Ma l’elenco degli istituti che vorranno attingere al decreto Salvarisparmio, siamo sicuri che si fermerà qui?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

MPS, accelerata di Draghi verso la privatizzazione

Perché tanta melina? La Commissione Europea non si fida di Montepaschi

Banca Generali entra nell’indice FTSE Mib al posto di Montepaschi

NEWSLETTER
Iscriviti
X