Quel siluro sotto il pelo dell’acqua lanciato dalla Bce contro le banche venete

A
A
A
di Maria Paulucci 27 Marzo 2017 | 09:10

La responsabile della vigilanza della BCE, Danièle Nouy, ha affermato che “se alcune banche sono solventi non possono essere dichiarate in fallimento”. Ma ha anche aggiunto che per alcune banche della zona euro potrebbe essere necessaria la liquidazione se non ci fossero altre strade praticabili per il salvataggio. A questo punto, viste le evoluzioni, l’alto funzionario della banca Europea non  si riferiva al caso di Mps, ma non può aver detto quelle cose così tanto per dirle. Allora molti si interrogano se il riferimento fosse anche alle banche venete, la cui sostenibilità è ancora da accertare. Un siluro sotto il pelo dell’acqua, quindi, lanciato dalla BCE che, se non intercettato rischia di colpire e affondare Veneto Banca e Popolare di Vicenza.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La politica non ne parla, ma il debito pubblico italiano continua a lievitare

Popolare di Vicenza, i pm chiedono l’insolvenza

Acf e Abf, stop ai ricorsi sulle ex popolari venete

NEWSLETTER
Iscriviti
X