Gli errori da non commettere durante un colloquio di lavoro

A
A
A
di Redazione 24 Aprile 2017 | 13:38

Gli errori da non commettere durante i colloqui di lavoro? La società di consulenza Ali, attiva in ogni campo delle Risorse Umane, ne ha individuati dieci tra i più cruciali visti durante gli oltre 40 mila che effettua ogni anno.

1. Avere una cattiva reputazione digitale: è importante non lasciare un proprio profilo social pubblico a meno che il contenuto non sia perfettamente consono alla posizione per la quale ci si sta candidando. Il processo di selezione, infatti, inizia con il curriculum, prosegue con il colloquio, ma termina sempre online.

2. Non saper raccontare le proprie esperienze passate: è bene presentarsi con un curriculum ricco di attività, ma anche saper raccontare esempi pratici che dimostrino i propri talenti.

3. Non saper comunicare correttamente: scarsa proprietà di linguaggio e scorretta postura del corpo sono segnali negativi.

4. Presentare un curriculum che non risponde ai requisiti richiesti: ciò non solo cancella ogni opportunità, ma limita anche altre opportunità nella medesima azienda, seppur in linea con le caratteristiche richieste.

5. Scrivere lettere di presentazione generiche: fare copia e incolla di lettere non focalizzate sull’annuncio specifico sono tra i primi elementi che determinano l’insuccesso di una candidatura.

6. Non fare domande: non porre domande denota scarso interesse, attenzione però, è importante fare le domande giuste.

7. Non conoscere il posto di lavoro per il quale ci si propone: una grave mancanza, che dimostra mancanza di idee chiare e limitata capacità decisionale.

8. Sbagliare l’abbigliamento: presentarsi in jeans e felpa non aiuterà se il colloquio è per una società di consulenza, scegliere la giacca e la cravatta non farà colpo su un’agenzia creativa.

9. Presentarsi al colloquio accompagnati da amici, parenti o partner: questo comportamento denota mancanza di indipendenza e di sicurezza.

10. Guardare ripetutamente il cellulare durante il colloquio: si tratta di un segnale che denota mancanza di interesse.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X